top of page

Cyberpunk 2077: la CD Projekt si ritiene soddisfatta dei guadagni

Nonostante le avversità incontrate si ritiene soddisfatta di ciò che ha guadagnato e imparato, puntando ai nuovi progetti futuri.

 



Dopo una lunga attesa durata 8 anni, Cyberpunk 2077 venne rilasciato alla fine del 2020 dopo aver ricevuto una colossale campagna di Marketing. Numerosi analisti dichiararono che il gioco avrebbe portato a oltre un miliardo di dollari in introiti. Nel corso del 2020 le azioni della CD Projekt hanno avuto un aumento di prezzo di oltre il 50%. I 2 membri fondatori della società, Michał Kiciński e Marcin Iwinski sono diventati quindi miliardari, cosa molto rara nel mondo videoludico.

La società, molto nota per un suo titolo di grande successo, la saga di The Witcher, in particolare per il suo terzo capitolo (uscito nel 2015), può tranquillamente ritenersi un caso fenomenale per come abbia saputo mantenere un interesse globale su di sé nel corso degli anni, insegnando a tutti noi come possa essere facilmente influenzabile anche l'economia insita nel mondo dei videogiochi.









Ma non è tutto oro quel che luccica, e per l'opinione pubblica Cyberpunk 2077 di dorato aveva solo la patina esterna. Il gioco ha venduto in meno di un mese oltre 13 milioni di copie, tuttavia gli utenti delle console di scorsa generazione si ritrovarono in mano un prodotto che sembrava non possedere nulla di ciò che era stato promesso dalla società per molti anni. In seguito venne a galla un mondo sommerso costituito di stress lavorativo, dirigenti che pensavano solo al profitto e investitori che esercitavano numerose pressioni sui produttori. Tutto ciò portò la Sony a rimuovere il gioco dal Playstation Store della PS4 dopo aver effettuato migliaia di rimborsi.



Il danno d'immagine ricevuto dalla società è stato così forte da provocare immense perdite di capitale col crollo del titolo in borsa.

Numerose patch risolutive vennero rilasciate per tentare di mettere una pezza sulle versioni per le scorse generazioni, ma per ogni bug eliminato sembravano sempre comparirne altri, rendendo ancora chiaramente osservabili le differenze tra le diverse generazioni di console, sempre considerando che quasi metà delle copie vennero vendute su PS4 e X Box One.





Nonostante tutto l'azienda si è ritenuta soddisfatta dei risultati economici ottenuti nel corso del 2020 (470 milioni di euro), affermando che se paragonati al 2015 gli introiti ottenuti sono stati il triplo.

CD Projekt con un suo recente messaggio ha affermato le seguenti parole:


Siamo riusciti a introdurre un nuovo IP sul mercato e nelle menti di tutti i giocatori sparsi nel mondo. Ora, insieme al precedente The Witcher, abbiamo due colonne portanti su cui costruire il futuro della nostra azienda. Ovviamente non tutto è andato come ci aspettavamo. Per noi è stata una grande lezione che non dimenticheremo mai.

CD Projekt afferma che nonostante gli eventi avversi il 2020 è stato l'anno più proficuo nella storia della compagnia e che sono perfettamente consci che il lancio di Cyberpunk 2077 non rispecchia il lancio di The Witcher 3.




L'analista di mercato Mike Futter ha colto degli aspetti interessanti dalle ultime analisi delle vendite. In base a quanto afferma, CD Projekt ha rimborsato 2,17 milioni di dollari agli acquirenti dopo il lancio del gioco. Potrebbe sembrare una grossa cifra, ma è ben poca cosa se paragonata agli immensi profitti che ammontano a un totale di 303 milioni di dollari. L'immagine dell'azienda potrà anche essere stata danneggiata dai risarcimenti, ma dal punto di vista degli incassi sembrerebbero non aver causato chissà quale perdita.









0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page