top of page

E3: SQUARE ENIX non brilla

Diamo uno sguardo a ciò che la software house mamma di Final Fantasy ha in serbo per noi nel prossimo futuro.


Nel corso degli anni l'E3, o meglio l'Electronic Entertainment Expo di Los Angeles, è riuscito a costruirsi la fama di evento più importante e atteso per quanto riguarda le principali novità nell'ambito del gaming. Milioni di utenti, anche live nonostante il fuso orario, seguono con trepidazione gli annunci delle varie software house. Non sempre però queste novità sono riuscite a soddisfare le aspettative.

Quest'anno è toccato a Square Enix. La conferenza, durata 45 minuti, oltre che scandita da un ritmo altalenante e poco incisivo, ha mostrato ben poco di realmente interessante.


Grande spazio, quasi 20 minuti, è stato dato al nuovo titolo di Eidos Montréal: Marvel's Guardians of the Galaxy. La software house, già autrice di Marvel's Avengers, torna a

collaborare con Marvel in questo nuovo progetto dedicato a personaggi partoriti dalle menti della Casa delle Idee. Guardians of the Galaxy tratta di uno scalmanato gruppo di mercenari reietti provenienti da varie zone della galassia, i quali formano una squadra per... fare soldi.

Questo titolo si discosta dal concetto di game as service utilizzato in Avengers e abbraccia il classico stile single player incentrato sulla narrazione e prevede anche un sistema di scelte che varierà leggermente la trama. Nonostante ciò, il gioco rimane saldo sul binario della linearità, proponendo un prologo ed un epilogo che, a prescindere dalle scelte, non varieranno. Il gioco è un action/adventure third person shooter e vedrà come unico personaggio giocabile Peter Quill, aka Star-Lord, capo dei Guardiani. Sarà però possibile "intersecare" le sue mosse di combattimento con le abilità degli altri quattro personaggi (come l'alberone Groot o il procione Rocket), rendendo l'azione sempre varia e caciarona.

Il comparto tecnico è da limare ma promettente, l'art design più o meno ispirato, con una strizzatina d'occhio al design dei personaggi dei classici fumetti, piuttosto che alla loro versione su grande schermo, più famosa e conosciuta, del Marvel Cinematic Universe.

Non sarà il gioco che rivoluzionerà l'industria, ma sicuramente saprà soddisfare i fan dei supereroi e non. Il gioco sarà cross-gen (PS4, PS5, Xbox One e Xbox Serie X/S) ed uscirà il 26 Ottobre 2020.


La conferenza prosegue con l'annuncio delle remastered dei primi sei storici capitoli della saga Final Fantasy e di altri titoli minori per PC e Mobile. Si passa poi, sempre per Mobile, ad un mini trailer di Final Fantasy VII: the first soldier, un battle royale à la Fortnite, in uscita nel 2021.


Abbiamo poi la presentazione dei nuovi contenuti di Marvel's Avengers: l'evento speciale sul Cubo Cosmico, le nuove tipologie di missioni zona di guerra con Wasteland Patrol, e l'espansione di storia War for Wakanda, basata sul personaggio di Black Panther, prevista per la fine del 2021.




Segue Babylon's Fall, la nuova fatica di Platinum Games, annunciata all'E3 del 2019 e rimandata a causa della pandemia da COVID-19. Lo stile Platinum è ormai iconico, essi sono i maestri del gameplay action all'arma bianca, eppure questo Babylon's Fall sembra quasi non essere di loro fattura. Il gioco, dall'ambientazione marcatamente fantasy, è un hack 'n' slash in terza persona ma risulta poco dinamico, non troppo fluido e sinceramente anche poco ispirato sul fronte grafico e dell'art design. Non sembra proprio brillare di luce propria, ma è ancora presto per parlare. Il gioco vedrà anche una modalità co-op da quattro giocatori, e vari DLC totalmente gratuiti. È in uscita per PS4, PS5 e PC.



Passiamo alla presentazione di Life is Strange Remastered Collection della serie Life is Strange in uscita il 30 di settembre per PC, PS4, Xbox One e Google Stadia, che conterrà il primo capitolo (Life is Strange, appunto) e il suo prequel Life is Strange: Before the Storm. Viene poi presentato il nuovo titolo della serie, Life is Strange: True Colors. Il gioco in questione è un'avventura grafica come i precedenti della serie e narra di Alex Chen, ragazza con lo speciale potere di percepire le emozioni delle altre persone grazie alla forte empatia. In uscita per PS5, PS4, Xbox One, Xbox Series X/S, PC e Google Stadia il 10 settembre 2021.


Chiude la conferenza, ma non col botto, il titolo spin-off su Final Fantasy di cui si rumoreggiava negli ultimi tempi, il cui titolo completo è Stranger of Paradise: Final Fantasy Origin. Il gioco, di stampo action, graficamente non è eccelso, e anzi pare proprio non essere al passo coi tempi. Si propone come prequel del primissimo capitolo della saga, e vede un'ambientazione molto più dark rispetto ai classici Final Fantasy.


Il titolo è cross-gen e sarà quindi disponibile per PS4, PS5, Xbox One e Xbox Serie X/S, e PC. L'uscita è prevista per il 2022, mentre una demo per PS5 è già disponibile da oggi 13 giugno.

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page